Vitrificazione

La vitrificazione è una metodologia di congelamento che consiste nel sottoporre le cellule ad alte concentrazioni di sostanze chiamate crioprotettori e ad un altissima velocità di congelamento.

I crioprotettori sono sostanze che si sostituiscono all’acqua presente e proteggono la cellula dalle basse temperature dell’azoto liquido in cui vengono immerse.

Nella tecniche di fecondazione assistita la vitrificazione viene utilizzata per congelare gli ovociti e gli embrioni.

Quando è utile la vitrificazione:

  • Nel caso di embrioni soprannumerari per successivi tentativi senza ripetere la stimolazione ormonale. In questo caso sarà necessario solo preparare l’utero a ricevere l’embrione per facilitarne l’impianto.
  • Quando si è  alla ricerca di un secondo figlio nei casi di esito positivo nel tentativo precedente
  • Per congelare gli embrioni quando non è possibile effettuare un transfer a fresco                    (rischio di iperstimolazione ovarica).
  • Quando non si è favorevoli al congelamento degli embrioni e si desidera congelare ovociti.

Attualmente la vitrificazione ha permesso di ottenere percentuali di successo molto più alte rispetto a quelle ottenute con il vecchio metodo del congelamento lento sia nel caso degli embrioni sia nel caso degli ovociti. Inoltre nel caso degli embrioni sono state ottenute percentuali di gravidanze e d’impianto sovrapponibili a quelle di un ciclo fresco.

Una domanda che spesso mi viene posta dai pazienti nel caso del congelamento è per quanto tempo gli embrioni possono restare congelati.

Attualmente non sono molti i dati presenti in letteratura riguardo tale argomento, ma alcuni articoli internazionali riportano di gravidanze anche 10-12 anni dopo il congelamento.


Potrebbe interessarti approfondire l’argomento

Se ti è piaciuta questa pagina, condividila
Facebook Twitter Pinterest Plusone Linkedin Digg Delicious Reddit Stumbleupon Tumblr Posterous Email Snailmail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>