A tu per tu”. La rubrica per svelare falsi miti e mezze verità a proposito di Peso e fertilità

Copertina a tu per tu

A tu per tu”. La rubrica per svelare falsi miti e mezze verità a proposito di Peso e fertilità

Il Peso? Un alleato della fertilità, scopriamo perché.

I consigli dell’esperta per vivere al meglio

Peso ecco come trasformarlo in un alleato della fertilità.

Settembre è considerato generalmente uno dei periodi migliori per cominciare una dieta, ovvero per adottare un regime alimentare sano e bilanciato che, in teoria, dovrebbe essere la norma. Dopo l’estate, in cui è normale lasciarsi andare, dato il gran numero di pasti fuori casa e di occasioni festose, a settembre è come se fisiologicamente si sentisse il bisogno di un periodo di depurazione ed equilibrio.

peso e fertilità
Peso: alleato della fertilità

Per questo il mio consiglio è di utilizzare questo imput positivo per adottare delle buone abitudini affinché uno stili di vita sano, caratterizzato da un’alimentazione corretta e bilanciata, possa diventare la norma e non un regime dietetico da adottare un mese ogni tanto. Anche perché, un’alimentazione sana e, di conseguenza, un peso bilanciato, non servono solo a stare in forma e a sentirsi meglio fisicamente ma sono preziosissimi alleati della salute, a partire dal sistema riproduttivo, oltre che dal sistema immunitario. 

Per approfondire leggi QUI

Peso e fertilità

La fertilità, infatti, va di pari passo con il peso. La capacità di concepimento femminile è legatissima all’andamento della bilancia, sia in un verso che nell’altro; perché i problemi di fertilità sorgono sia quando si è sovrappeso, sia quando si è sottopeso e, paradossalmente, diversi studi dimostrano che la percentuale di infertilità è simile in entrambi i casi.

  • Le donne in sovrappeso presentano delle problematiche ovulatorie maggiori, una ridotta recettività endometriale, rispetto a quelle normopeso. Nel caso di trattamenti di PMA rivelano un maggiore tasso di abortività.

Per approfondire leggi QUI

L’elevata percentuale di grasso corporeo rappresenta un problema nella misura in cui crea sbalzi ormonali, provoca l’infiammazione cellulare e quindi determina un’alterazione nel processo di maturazione degli ovociti.

  • Le donne sottopeso, secondo diversi studi, impiegano molto più tempo a concepire rispetto a quelle normopeso. Anche in questo caso si creano delle disfunzioni ormonali che si ripercuotono sulla funzione ovulatoria.

In particolare, il processo di maturazione ovocitaria è molto legato all’alimentazione. Per favorire la funzione ovulatoria è essenziale tenere sotto controlla la dieta e la bilancia.

Related posts